Domina la tecnologia (non lasciarti dominare)

7 Febbraio 2022
Articoli
Scott Miller
Tag:

La 4ª scelta di Le 5 Scelte per una produttività straordinaria è: “Domina la tua tecnologia, non lasciare che sia lei a dominare te“.
Per essere del tutto onesti, questo è probabilmente l’aspetto che mi crea maggiori problemi. Le altre scelte, agire sulle cose importanti, puntare allo straordinario e programmare le grandi cose, mi vengono più naturali, fanno parte della mia routine quotidiana, ma la tecnologia… non così tanto.
 
Non sono un luddista, non odio le macchine. Amo la tecnologia e i nuovi modi di fare le cose: il navigatore nella mia auto, il cellulare nella mia tasca, il portatile con che sto usando per scrivere questo articolo. Li amo tutti, ma sono ben lontano dall’esserne un utilizzatore esperto. Se il mio cellulare non riceve le notifiche o non apre correttamente le pagine web, mando un messaggio a mio cognato per vedere se può aiutarmi. Se, Dio non voglia, succede qualcosa al mio portatile, sono subito al telefono con un tecnico (sempre che anche il mio cellulare non faccia i capricci, nel qual caso mando segnali di fumo).
 
Sebbene, quindi, sia ben lontano dal governare la mia tecnologia, non lascio nemmeno che sia lei a governare me.
Pur avendo difficoltà nell’acquisire padronanza con le varie forme di tecnologia, metto in pratica la 4ª scelta non permettendole di dominarmi o di ostacolarmi.
 
Metti in pratica questi tre consigli per implementare la 4ª scelta nella tua vita quotidiana:
 
1.
Metti via il telefono quando parli con qualcuno
Non lasciare che la tecnologia ti domini, specialmente quando ti stai relazionando con qualcuno a livello personale. Ti è mai capitato che qualcuno controllasse il telefono mentre gli stavi parlando? Come ti ha fatto sentire? Se in quel momento ti sei sentito una priorità per quella persona, c’è qualcosa che non va in te. Quando vai a una riunione, lascia il telefono sulla tua scrivania. Se proprio devi portarlo, lascialo in tasca. Ignora vibrazioni e notifiche. Controlla la tua tecnologia, limita le interruzioni e aumenta la tua capacità di entrare in connessione con le persone. E qualunque cosa tu faccia, resisti alla tentazione di collegare il tuo telefono all’orologio. Ogni volta che qualcuno guarda l’orologio, l’altra persona pensa che il suo interlocutore sia stufo della conversazione e che voglia andarsene, quando magari sta semplicemente controllando dei messaggi o una chiamata in arrivo.
 
2. Ripulisci la tua casella di posta elettronica

Guarda, non sono un professionista di Microsoft Outlook, ma di sicuro non sono una schiappa quando si tratta di essere organizzati. Una casella di posta elettronica piena zeppa di messaggi non letti, senza risposta e non filtrati è una ricetta per il disastro. Se hai 1000 messaggi in attesa di essere smistati, perché non li cancelli e basta? A maggior ragione se quella montagna è ciò che ti impedisce di iniziare, perché non spianarla e iniziare con un campo di gioco pulito? Archivia pure o metti tutto in una cartella per dopo, se sei un accumulatore seriale digitale e hai paura di cancellare qualcosa. L’obiettivo è avere una casella di posta pulita, con tutti i messaggi letti e tutte le risposte date.
 
3. Spegni tutti i tuoi dispositivi elettronici
Imposta la modalità “non disturbare” sul tuo telefono, blocca le notifiche dopo una certa ora o, semplicemente, spegni tutti i dispositivi quando sei fuori dal tuo orario di lavoro. Se rispondi ad ogni squillo, vibrazione e avviso, ti stai facendo governare dalla tua tecnologia. Se stabilisci un orario per controllare tutte le notifiche, stai agendo in modo proattivo, decidendo quando accettare queste interruzioni. Se sei schiavo della tecnologia e controlli la tua e-mail anche quando ti svegli di notte, prendi l’impegno con te stesso di non farlo più. I messaggi rimarranno lì anche al mattino, il mondo non crollerà da un momento all’altro. Se non sei tanto uno schiavo, ma più un “drogato di tecnologia”, puoi razionare il tempo che passi coi tuoi dispositivi elettronici. Prenditi 5 minuti ogni ora per controllare i messaggi e le e-mail, o magari ogni due ore. La chiave è trovare una routine che funzioni per te, senza essere soggetto alle continue interruzioni offerte dalla tecnologia.
 
Faccio queste tre cose regolarmente e ancora lotto con la 4ª scelta.
Seguire questi consigli non risolverà il paradosso della produttività (è più facile ma anche più difficile che mai raggiungere una produttività straordinaria e sentirsi realizzati nella propria vita), quel paradosso è la nostra realtà ora. Ti aiuterà, però, a gettare le basi per delle abitudini produttive che favoriscano lo sviluppo di abitudini ancora più produttive. Bisogna pur iniziare da qualche parte!   
Non lasciare al caso il successo dei tuoi leader di primo livello, scopri la soluzione “Le 5 Scelte per una produttività straordinaria”.

potrebbe interessarti
Il metodo Le 5 Scelte ci insegna a…