White paper “12 Consigli per migliorare la tua Formazione Live-Online”

Questa Knowledge Guide ha come obiettivo quello di fornire dei suggerimenti per migliorare la formazione Live-Online, mantenendo i partecipanti coinvolti e interessati.

Nel corso degli ultimi decenni il mondo dell’apprendimento si è trasformato in maniera considerevole. Se fino a qualche anno fa la formazione digitale rappresentava un’alternativa a quella presenziale solo quando c’erano problemi legati a budget e tempo limitati, ora tutto è cambiato. Da un giorno all’altro il mondo intero è diventato virtuale.
Attraverso le oltre 30.000 sessioni di formazione Live-Online erogate da FranklinCovey negli ultimi dieci anni, è possibile affermare che tale formazione, se svolta nel modo corretto, può essere efficace tanto quanto un corso tenuto in presenza.

La chiave per un apprendimento innovativo è la responsabilità. Quando i partecipanti si sentono responsabili – nei confronti del docente, dei loro compagni di corso e di sé stessi – sono più concentrati e si sentono più coinvolti. In ambito digitale la responsabilità ha tre dimensioni: verbale, visiva e cinestesica.

LE 3 DIMENSIONI DELLA RESPONSABILITÀ DIGITALE

Responsabilità verbale: il docente deve saper ascoltare quando gli altri parlano
La formazione virtuale può dare la sensazione che sia come assistere ad uno spettacolo teatrale. Alcuni partecipanti decidono fin da subito di essere degli spettatori, rimanendo in silenzio per tutta la durata dell'evento.
Per creare esperienze di apprendimento di grande impatto, è necessario invitarli sul palco e dare loro la possibilità di parlare.
Li si può chiamare più volte e per nome oppure gli si possono porre domande concrete o aperte – quelle ipotetiche e chiuse rendono difficile la partecipazione – per incentivare la discussione e una volta poste, lasciare che siano loro a portare avanti la conversazione. Queste sono solo alcune piccole indicazioni che potrebbero far sentire i partecipanti maggiormente inclini a rispondere ai segnali verbali inviati.

Responsabilità visiva: il docente deve essere capace di far aprire gli occhi
I partecipanti ad un corso di formazione di solito si aspettano slide piene di testo. Meglio mostrare immagini vivaci e chiare che stimolino fantasia e curiosità.

Responsabilità cinestesica: il docente deve essere in grado di farli muovere
L’utilizzo di strumenti come indaginisondaggi, chat e lavagne interattive non è mai troppo. Un oggetto in movimento rimane in movimento.
Un oggetto a riposo rimane a riposo. La prima legge del movimento di Newton si può applicare parimenti anche ai partecipanti delle sessioni Live-Online.
La cinestesia è lo studio del movimento. La gente ha bisogno di muoversi. E la ricerca dimostra che il movimento può aiutarli ad imparare cose nuove. È importante fare in modo che si muovano fisicamente affinché si muovano anche mentalmente.
Se il formatore non è attento, perderà tutta l'energia che avevano a disposizione.

Questo white paper contiene una check-list da applicare per agevolare un cambiamento in tutti coloro che erogano formazione Live-Online.

Download

Compila i seguenti campi e ricevi subito sulla tua casella di posta elettronica il link per il download.

    Nome*

    Cognome*

    Email*

    Telefono/Mobile*

    Azienda*

    Funzione*

    Ho preso visione della Privacy policy*

    Desideri rimanere aggiornato su contenuti, iniziative, eventi e corsi in partenza attraverso la newsletter FranklinCovey/Cegos?

    *i campi contrassegnati da asterisco sono campi obbligatori

    potrebbe interessarti